Confidenziale: il Sindaco risponde

Matteo Masera:il profugo ignoto

Chi sparò al colonnello Rajmondi?

Clamoroso! Un parroco acculturato o un plagio letterario?

Cosa provocò il funerale di Avezzana?

Ritorna alla HomePage

 

Documento n°1

Il primo documento inedito, mai pubblicato in precedenza, da noi consultato presso l' Archivio Storico che possiamo svelare


Comando di Torino Provincia
Confidenziale
Il Sig. Sindaco della Città di Chieri
Torino li 24 Giugno 1821

In eseguimento di ordini superiori debbo pregare v. S. Illustrissima di rendermi informato dell' arrivo nel suo mandamento dei Fuori Usciti, ed espatriatisi in seguito all' ultimi sconvolgimenti e di concertarsi colli Comandanti le stazioni de' carabinieri Leali per fare accompagnare, e tradurre in caso di renitenza col mezzo della forza nanti questo Sig. governatore i detti fuggiaschi, persuaso, che nel rendermene conto vorrà ella confidenzialmente parteciparmi tutte quelle circostanze più essenziali che la di lei saviezza sarà per suggerirle. Mi trovo pure nel dovere di pregare v. S. illustrissima di volersi procurare le più esatte notizie sulla condotta, opinione politica, e sulle qualità personali degli impiegati civili, e giudiziari attualmente dimoranti nel di lei mandamento e compiacersi di trasmetterle con uno stato conforme al qui Unito Modello, come piume delle persone private, note, e conosciute per opinione, o per fatti contrarie agli interessi del Governo.
Credo inuttile di raccomandarle il Segreto sù questo punto, e di assicurarla, che sarà anche da me gelosamente conservato; in attenzione di questo riscontro, che la di lei qualità mi da la certezza di rispettarmi conforme al conosciuto di lei zelo per il servizio di S. Maestà ai sentimenti, che la distinguono. Ho l' onore di rinnovarle gli atti della mia distinta considerazione. Il Maggior Generale, comandante della città, e provincia di Torino.