PAROLE PER LA MAGAZZINIERA (MAGASINERA, COMESSA ËD MAGASIN, ËD CONFESSION E SPEDISSION)

 

 

COMMESSA,

CONFEZIONI,

COMMESSA

CAMPIONATRICE

 

 

MAGAZZINO,

MAGAZZINIERA

 

 

SPACCIO VENDITA,

SPEDIZIONE,

STADERA

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

COMMESSA: addetta alle varie operazioni di magazzino. Deriva da commissus=mandato, incaricato. Chierese: comessa (cumessa).

CONFEZIONI: preparare il prodotto per la vendita, impacchettandolo. Chierese: confezionare: ämpachëté.

COMMESSA CAMPIONATRICE: addetta a tagliare, selezionare in disegno e colore, raccogliere in cartelle pezzi di tessuto da far visionare ai clienti per l’acquisto. Chierese: campion-a, campionòira (campiun-a, campiunòira). Campione: campion (campiun).

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

MAGAZZINO, MAGAZZINIERA: settore e addetto a tutti i lavori di rifinitura completamento dei tessuti pronti. Deriva dall’arabo makhzin, plurale di makhzan. Chierese: magasin; magazziniere (ma raramente era un lavoro eseguito da uomini), magazziniera: magasiné, magasinéra.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

SPACCIO VENDITA: settore addetto alla vendita dei prodotti a prezzo di fabbrica. Deriva dal verbo spacciare, che deriva dal provenzale (de)spachar. Chierese: non usato.

SPEDIZIONE: Deriva dal latino expedire = allestire. Chierese: spedission (spedissiun).

STADERA: tipo di bilancia consistente in un’asta metallica tarata in kg e loro frazioni, sulla quale si sposta un peso, detto romano, in un gancio per tenerla sollevata funzionante da un fulcro, e in un piatto appeso per mezzo di catenelle ad un’estremità dell’asta, sul quale si pone l’oggetto da pesare. Deriva dal latino statera, che deriva dal greco stater-eros, nome di un peso e di una moneta. In tessitura veniva usata soprattutto per il controllo tra il peso del filato consegnato al tessitore e il tessuto finito.Chierese: stadera.