Giacomo Vastapane

Giacomo Vastapane nasce a Riva Presso Chieri 11 ottobre 1872. Sposa nel 1900  Maria Panieri di Ponte Canavese nata il 24 agosto 1875. Muore prematuramente in Chieri in seguito a polmonite il 15 febbraio 1922 e la moglie lo segue il 14 febbraio 1923.

Da questo matrimonio nascono i figli: Giuseppe nel 1901, Marco nel 1904, Margherita nel 1908, Riccardo nel 1911 e Bianca nel 1916.

Agli inizi del '900 acquista lo stabilimento sito in quella che allora era via Val Cismon  36 (ora viale Fasano 72) in precedenza di Giuseppe Gerbino; la nuova realtÓ industriale prende il nome di Successori di G. Gerbino ed ha per marchio una tela di ragno.

 

Qui abbiamo riprodotto la parte centrale del marchio, dove appare la tela di ragno e il richiamo alla fondazione (1795), ben antecedente al momento dell'acquisto da parte del Vastapane.

 G. Vastapane acquista anche uno stabilimento in Poirino (chiamato da tutti comunemente Fabbricone) e presso questo stabilimento apre uno sportello bancario che utilizza per reperire capitali da investire nell'azienda. In seguito acquista per la residenza estiva a Chieri Villa Cappuccini (ora demolita).

 

 

 

 

Giacomo Vastapane riceve anche l'onorificenza di Commendatore dell'Ordine di S. Gregorio Magno e cavaliere della Corona d'Italia. In questa immagine, presente presso la Fondazione per il tessile, Ŕ ritratto (secondo da destra nella fila superiore) con altri cavalieri, tra i quali al centro in basso il conte Cesare Rossi di Montelera.

Qui sopra la stele funebre che era presente nel cimitero di Chieri.

 

 

Gli antenati 

Indice Vastapane

L'Industria

L'imprenditore

La Banca Privata

Il Fabbricone

Giuseppe Vastapane

Marco Vastapane