Il Duomo

Il Duomo di Chieri uno dei pi splendidi esempi di arte gotico-piemontese ed ricco di opere d'arte di epoche diverse. Fu iniziato nel 1405 e consacrato nel 1436 su una preesistente chiesa con cripta e battistero, fatta edificare dal vescovo di Torino Landolfo. La facciata dominata dalla ghimberga, il frontone triangolare che ha al centro la statua della Madonna del melograno e al vertice l'Agnus Dei. Alla base si affacciano due leoni. Anche il settecentesco portale scolpito opera di notevole bellezza. L'interno a tre navate, fiancheggiate da cappelle laterali. Chi entra dal lato destro incontra il Battistero, di stile romanico, che conserva numerosi tesori artistici; a pianta ottagonale, fu costruito in due fasi; si colpiti dallo splendido ciclo di affreschi del 1435 , rappresentanti la Passione di Nostro Signore e opera del chierese Guglielmetto Fantini.

Disegno degli allievi della classe 3E

Importante anche la Pala Tana, costituita da tre dipinti pregevoli. Procedendo si accede all'altar maggiore, in marmo nero di Como, con un grande coro ligneo. Sotto vi la Cripta, il nucleo originario dell'attuale Duomo (nel 1700/1800 tomba dei Balbo); a sinistra, una parte di muro rivela un affresco dell'Annunciazione. Vicino, la cappella dei Gallieri, importante per il ciclo di affreschi e per il tesoro contenutovi. Essa intitolata a San Giovanni Battista. Sul lato opposto la cappella della Madonna delle Grazie; fatta costruire dal Comune di Chieri dopo che la citt, per intercessione della Vergine, fu liberata dalla peste del 1630. Ai piedi della preziosa statua lignea ogni primo Luned di Settembre si celebra la grande festa cittadina.

ritorna all'indice dei monumenti