San Filippo

.Splendido esempio di Barocco piemontese, fu edificata tra il 1664 e il 1673.Progettata da Antonio Bettino, la chiesa si presenta ad una sola navata, con pianta rettangolare e volta a botte; coronano l'aula un presbiterio non absidato e quattro cappelle laterali sormontate da ampie luci che interrompono la curvatura della volta.Le due pareti laterali della navata sono scandite da una serie di colonne con capitelli corinzi, che sostengono un cornicione decorato con stucchi. Di rilievo, infatti, sono gli stucchi di Pietro Sommazzo, la cantoria lignea di Michele Crotti e gli arredi della sacrestia, i confessionali di Antonio Riva.

Disegno degli alunni della 3E

Nel 1759 l'architetto chierese Mario Ludovico Quarini fu incaricato di progettare la facciata, realizzata interamente in cotto.Gli altari di S. Filippo offrono la possibilità di compiere una panoramica sulla pittura piemontese del Settecento: sono, infatti, conservate otto tele di discreto interesse artistico.Alcuni arredi e oggetti sacri già appartenenti alla chiesa (come la teca con le reliquie di S. Valentino ) sono oggi conservati nel Duomo di Chieri per motivi di sicurezza, poiché l'edificio di S. Filippo è generalmente chiuso.

ritorna all'indice dei monumenti