fi89.gif (8315 byte)

LA MASCA BOLLITA

fi89.gif (8315 byte)

 

Tanto tempo fa, la "mulinera" (cioé la padrona del mulino) di Pralormo raccontava questa storia, sottolineando che era successa a lei personalmente.

La sua bambina si era ammalata: non mangiava più, era deperita moltissimo, il medico la considerava in pericolo di vita ma non sapeva trovare un rimedio. Disperata, la mamma portò la bambina a uno stregone (non sappiamo se un "settimino", un guaritore o altro ancora) di un paese vicino: Lo stregone sentenziò: "Qualcuno vuole male alla bambina. Ora tornate a casa, chiudete tutte le finestre e  fate bollire tutti i vestiti di vostra figlia." Tornata a casa, fece bollire i vestiti di sua figlia nel pentolone, quando, tutto ad un tratto, sentì bussare dalla porta e dalle finestre. Impaurita, si preoccupò a chiedere chi fosse. Così una strana voce, le disse: " Non mi uccidere, ti prego !" La signora, così, le rispose: "Se tu mi prometti che lascerai stare mia figlia, io smetterò di far bollire i vestiti." La masca promise, e lei smise di far bollire i vestiti. Da quel momento, la masca non interferì più nella loro vita.

segui la streghina per spaventarti con gli altri racconti................

horror.gif (10114 byte)

Torna ai racconti.