fi89.gif (8315 byte)

"Puciù d' Brà"

fi89.gif (8315 byte)

Nonna Michina e nonno Giuanin vivevano in una  vecchia cascina a Cherasco. Avevano una veneranda età e per ogni cosa che sentivano o che non andava per il verso giusto le colpevoli erano sempre "le MASCHE". Nonna raccontava che Puciù di Brà lavorava di fisica ( di magia nera ) e chiunque si rivolgeva a lui poteva far impazzire un' altra persona facendogli sentire o vedere cose che non esistevano. Michina ( Domenica ) diceva :"Stanotte stavano dormendo, quando abbiamo sentito dei rumori in cantina così forti, che ci è sembrato che il vino dalle botti chiuse fuoriuscisse dai rubinetti, così in fretta e andasse tutto sprecato. Io e nonno Giuanin ( Giovanni ) siamo saltati giù dal letto e siamo corsi giù, ma la cantina era asciutta e le botti di vino erano chiuse."Più volte i nonni avevano sentito questi rumori, ma niente era accaduto nella cantina.Allora nonna diceva : "Hai sun le MASCHE! Ci sono le MASCHE! Facciamo benedire la casa!"E così fecero. La casa fu benedetta e sul muro delle scale che portava nelle stanze dove dormivano, furono dipinte delle croci fatte per scongiurare ogni presenza maligna. Puciù d' Brà era realmente esistito.

 

Raccolto da Stefano Pinga.

segui la streghina per spaventarti con gli altri racconti........................

horror.gif (10114 byte)

Torna ai racconti.