fi92.gif (17377 byte)

 

Le rovine di San Gregorio

"Le ruvinee d'San Gregorio"

fi92.gif (17377 byte)

Questa storia é realmente accaduta a mio nonno materno, nonno Sandro, originario di un paese di nome Cherasco, nalla provincia di Cuneo. Lui e suo fratello Andrea, quando erano due ragazzini, avevano addestrato un cane da tartufi. Per guadagnare qualcosa una notte decisero di andare in cerca di tartufi, poichè si diceva che il cane avrebbe odorato meglio di notte che di giorno. Così mentre vagavano per i boschi, vicino a Cherasco, videro in distanza nel buio della notte, una processione. In quel punto c'erano le rovine di una chiesa, ormai crollata: la chiesa di San Gregorio. Vi erano donne, uomini e bambini, vestiti con una tunica e tutti con una fiaccola in mano, che pregavano in processione. A quella visione, poichè non erano di certo persone vive, nonno Sandro e suo fratello, se la diedero a gambe. Ancora adesso mio nonno racconta con un certo timore questa storia. La chiesa di San Gregorio era stata ricostruita in paese a Cherasco e il dipinto del santo venne portato più volte via dalle rovine, ma fu spesso ritrovato di nuovo tra le mura della chiesa antica.

 

Raccolto da Pinga Stefano.

segui la streghina per spaventarti con gli altri racconti.......................

horror.gif (10114 byte)

Torna ai racconti.