OSSA DI MORTO,

SANGUE,

DI VIPERA,

DENTE

DI PIPISTRELLO

''Ci sono delle donne,

quelli che noi

chiamiamo streghe,

che spergiurano

potersi recare

in qualsiasi luogo,

una volta cosparse

con uno speciale unguento...''

(Alfonso Tostado 1615)

                                                                         di Filippo Ceragioli

                                 Ai luoghi dei loro convegni notturni, i sabba, le streghe, secondo una

                                tradizione abbastanza tarda, arrivano volando. Per far questo

                               utilizzavano un  unguento magico con cui si cospargevano il corpo.

                            Nella sua formulazione, oltre a componenti poco probabili come

                              ossa di morti, sangue di vipera o di pipistrello rientravano alcune erbe

                            dalle caratteristiche molto particolari :l'aconito, la bella donna, il giusqchiamo

                            e talvolta lo stranomio e la mandragora. Si tratta di piante ad azione

                          psicotropa, cioe' capaci di alterare lo stato mentale di chi le utilizza;          

                         tutte estremamente tossiche, capaci di provocare avvelenamenti mortali

                          a parte il caso dell'aconito ,alcoloidi contenuti nei vegeali non sarebbero in    

                         grado da soli di attraversare la barriera rappresentata dalla pelle umana.

                         Proprio per questo nella preparazione dell' unguento venivano usate

                           sostanze grasse: molti dei principi attivi sono infatti liposolubili, in questa

                          forma riescono a superare il tessuto cutaneo ed entrare in circolo.

                         L'uso di un unguento evitava tra l'altro alcuni degli effetti collaterali, e in

                         particolare il vomito, legati all'assunzione per bocca di queste sostanze.

                         Oltre a queste erbe, molte delle ricette per preparare l'unguento    

                        prevedevano l'uso di rospi,le cui ghiandole cutanee contengono sostanze

                       chimicamente affini all'acido lisergico (LSD)e di canapa,anch'essa

                      notoriamente ricca di molecole psicoattive.

Torna all' indice delle masche

horror.gif (10114 byte)