tito4.jpg (14836 byte)

 
hombut.jpg (3087 byte)

 

 

 

 

 

 

 

    La meridiana geografica e astronomica universale realizzata a Chieri (Torino) riporta le ore di varie città del mondo ed é la "meridiana di Don Bosco" in quanto costruita nel cortile del seminario in cui studiò il santo. Egli racconta, nelle sue memorie, che appena entrato la vide e subito fece suo il motto che vi compariva (Afflictis lentae, celeres gaudentibus horae), impostando la sua vita e il suo apostolato in modo allegro e gioviale.

db2.jpg (35529 byte)

Ma chi sono gli asci o amfisci, gli eteroscii perisci?

                       

                         

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

DIVISIONE IN CINQUE   ZONE SULLE MERIDIANE 

Su alcune meridiane si ritrova, a scopo didattico e a specchio di quanto accade sulla Terra, la divisione in zone: sono le cosiddette "meridiane geografiche", che riportano puntualmente anche l' immagine dei Circoli Polari e la divisione in zone, completa di una interessante denominazione che vale la pena di riportare:

- Zona torrida o zona degli asci o degli amfisci: denominazione di quelle regioni della Terra che non hanno ombra, che cioè hanno il Sole esattamente allo Zenit; tale zona è compresa tra il Tropico del Cancro e quello del Capricorno;

- Zona temperata o zona degli eterosci: regioni i cui abitanti hanno un'ombra più o meno lunga; tale zona è compresa, nell'emisfero Nord, tra il Tropico del Cancro e il Circolo Polare Artico;

- Zona fredda o zona dei perisci: regioni i cui abitanti hanno ombre lunghissime; tale zona ha per base il Circolo Polare, rispettivamente Artico per l'emisfero Nord e Antartico per l'emisfero Sud;

- Due zone fredde o calotte glaciali, cioè la calotta glaciale artica, che ha per base il Circolo Polare Artico e per culmine il Polo Nord, e la calotta glaciale antartica che ha per base il Circolo Polare Antartico e per culmine il Polo Sud.

pgtp.gif (489 byte)