Le macchine della passamaneria

Per la produzione della passamaneria diverse erano le tipologie di macchinari. Ad ogni macchina corrispondeva il preciso lavoro di un operaio.

Le macchine erano:

MACCHINE PER FILATO DI CINIGLIA

MACCHINE PER TRIPOLINO che produce un filato a catenella  adatto per frange e fiocchi.

TORCITRICE: macchina impiegata per l’operazione di torcitura (operazione della filatura che serve a conferire al filato una maggiore resistenza).

CORDONATRICE: macchina che crea il cordone (corda di media   grandezza in cotone o seta), usata specificatamente per guarnizioni e lavori di tappezzeria).

INCANNATOIO: macchina che avvolge il filo su bobine.

BOBINATRICE: abbina due o più fili.

VIRGOLINA: avvolge su una base chiamata anima, un filo (nylon) che dà l’effetto voluto.

 

TELAIO a CROCHET: l’ordito che fa il punto catenella che lega la trama diversamente dagli aghi a linguetta usati dalle donne che fanno i centrini con il crochet manuale. A sinistra qui sotto l'ago a linguetta, a destra il guidafilo.

 

A Chieri vi era una ditta, Elia, che produceva questi tipi di macchine.  Oggi esiste ancora la Bocca Comorio &c. che su richiesta è ancora in grado di riprodurre questi tipi di macchine.     

 

La passamaneria     Le origini della passamaneria La passamaneria a Chieri indice I prodotti boom