Le origini della passamaneria

La storia della passamaneria, nel senso più ampio del termine ha origini antichissime; inizialmente non prevedeva il nome specifico, poiché essa veniva genericamente inclusa nel settore artigianale sotto la voce: tessili vari .

Il termine”passamaneria” è,infatti, relativamente recente.

Già le tribù primitive e selvagge, in occasione di feste, di ricorrenze o nei loro riti tribali o religiosi, celebravano tali solennità impiegando, nelle pur semplici cerimonie, degli addobbi formati da trecce, cordoni, ciondoli talvolta ottenuti con criniere o code di animali, ghirlande di fiori, bordure e fronzoli vari.

Quest’arte era diffusa in Oriente nei tempi antichi. Un nastro terminale con colore diverso dal tessuto, un orlo ricamato o un semplice filetto sono stati considerati elementi decorativi, estetici, che impreziosivano una confezione.

In antichi affreschi Assiri, Babilonesi, Egiziani, Greci, Romani, Etruschi , si possono vedere figure di re, regine, sacerdoti e guerrieri che indossano indumenti arricchiti di bordure o nastri variopinti.

Telaio per passamani d'epoca (1700)

 

 

La passamaneria indice La passamaneria a Chieri Le macchine I prodotti boom