Apri la porta chiedendoti chi mai, alle dieci del mattino possa venire a trovarti, forse qualche venditore ambulante di pentole a pressione o di piattini di porcellana o di qualsiasi altra stupidaggine inventata su questa Terra. Spalancata la porta con disinvoltura, preparando un insulto da rivolgere al venditore; rimani basito nel  constatare che sulla soglia di casa tua ci sono le zie gemelle: Saponetta, Ermenegilda e Flavia. Sono identiche e irriconoscibili tra loro, se non fosse per le loro iniziali stampate sul cappello bitorzoluto e rattoppato verde acido e sul vestito lungo e consunto dai colori sgargianti. Hanno tutte e tre capelli lunghi e neri come la pece, unti e sozzi, i loro occhi color letame sono fuori dalle orbite e tutti arrossati. Questo, in fin dei conti, tutto "abbastanza " normale, c' un sacco di gente che v in giro per le strade con tuniche dal colore sgargiante e consunte, ma la cosa pi impressionante che queste tue tre zie vengono dal regno di Rotruz, il mondo dei maghi, infatti loro sono delle streghe in carne ed ossa! Tu prima di conoscerle ne andavi fiero, ma dal tuo primo incontro con loro le tue idee sono cambiate radicalmente; non ti scorderai mai quando hanno fatto "scoppiare" il tuo canarino Tommy solo perch cantava un tantino stonato, o quando avevano trasformato la tua cameretta in una palude; erano capaci di far di tutto. Poi una di queste, Ermenegilda gracchia : "Buongiorno nipote caro, tanto tempo che non veniamo a trovarti, ma oggi vogliamo andare al cinema in tua compagnia" .
Hai un brutto presentimento, ma non puoi deludere, se le avessi fatte innervosire avrebbero potuto incendiare tutta la casa...Dieci minuti pi tardi ti trovi, contro la tua volont, in una sala cinematografica a vedere il film pi barboso di tutti i film romantici, il famigerato " Tempesta d' amore 17 " e ... che mi venga un colpo, alle streghe piace da morire! Un' ora e mezza dopo, quando il film terminato (grazie al cielo) le tue tre zie sono commosse. Il loro comportamento molto strano, ma meglio non far loro questa osservazione... Chiss, forse si vogliono solamente scusare per l' ultima visita che ti hanno fatto. Dopo aver assaporato un gustosissimo gelato ai frutti di bosco, la zia Flavia cortesemente ti chiede: " Luca caro, vorresti venire a casa nostra per parlarci di te e dei tuoi genitori? Per noi sarebbe un vero onore!!!" Poi tutte e tre ti fanno un sorriso a 32 denti che non farebbe invidia neanche a un cammello.