28 el 3

Questo pilone Ŕ in mezzo alle vigne di Airali Ŕ datato 1919, il suo proprietario Vincenzo Cochis aveva fatto un voto alla Madonna: se fosse ritornato dalla Prima  Guerra Mondiale avrebbe costruito un pilone come segno di ringraziamento. La statua Ŕ quella del Sacro Cuore. Adiacente al pilone si vedono  i resti  del pozzo di raccolta dell'acqua piovana e dello scolo della collina  che i contadini avevano costruito. La nuora del costruttore racconta che era importante avere dell'acqua a disposizione da utilizzare per il verdarame da dare alle vigne altrimenti avrebbero dovuto trasportarla su dei carri trainati dai buoi. La rose che adornano il pilone sono anch'esse storiche: vengono tenute in vita da pi¨ di cinquant'anni.

CuriositÓ: La statua che attualmente si trova nella nicchia del pilone non Ŕ quella originale perchŔ circa quindici anni fa Ŕ stata oggetto di spari da parte di ignoti. L'originale in gesso Ŕ custodita presso la Cascina Cochis, seppur in parte rovinata dai bossoli ed Ŕ stata sostituita da una di plastica.