LOCALITÀ - VIA SANT 'AGOSTINO

DEDICATO - MADONNA DELLA CINTURA

Via Sant'Agostino è una stradina che sale nel vecchio centro storico di Chieri. All'altezza di via Lagna, è visibile un dipinto che rappresenta la Madonna che tiene in mano una cintola. Il dipinto murale posto in una nicchia rettangolare è in pessime condizioni di conservazione. Ci siamo chiesti cosa significasse la cintura e il significato di una targhetta appena visibile

In questo particolare si può notare la Madonna che tiene in mano la cintura.

La targhetta parla del XV centenario di S.Agostino che è morto nel 430. Perciò la targhetta si riferisce all'agosto 1930, ma non sappiamo se si riferisce alla inaugurazione o ad un momento particolare di devozione, tenuto conto che secondo la testimonianza di Tarcisio Vergnano, che in quegli anni abitava nell'edificio, le famiglie della zona si riunivano per un incontro di devozione e di festeggiamento a S. Agostino.

 

Ecco un altro particolare del dipinto che raffigurerebbe S.Agostino.

Sull'origine della cintura esistono due tradizioni.

La prima dice che l' apostolo Tommaso giunse troppo tardi a Gerusalemme per assistere alla morte della Madonna; fece aprire il sepolcro per contemplare le spoglie della madre di Dio e di Lei, che era stata Assunta in cielo in presenza degli apostoli, trovò solo la cintura, che divenne oggetto di speciale venerazione nella Cristianità.
Secondo altri la devozione risale a santa Monica, madre di sant'Agostino, la quale della cintura ebbe la visione, dopo aver chiesto alla Madonna, volendo conformarsi anche nell'aspetto esteriore alla sua vita, di conoscere quale abito avesse vestito in terra.

Monica infatti avrebbe chiesto alla Madonna di farle conoscere quale era il Suo abbigliamento durante la Sua vedovanza e, soprattutto, come vestiva dopo l’ascesa al cielo di Gesù. La Vergine, accontentandola, le apparve letteralmente coperta da un’ampia veste di stoffa dozzinale, dal taglio semplice e di colore molto scuro, ossia in un abito totalmente dimesso e decisamente penitenziale. Tale veste era stretta in vita da una rozza cintura in pelle che scendeva quasi fino a terra. Maria, slacciatasi la cintura, la porse a Monica raccomandandosi di portarla sempre e le chiese di invitare tutti coloro che desideravano il Suo particolare patrocinio ad indossarla. Fra i primi che approfittarono dell’opportunità troviamo Sant’Agostino, il figlio di Monica e, poco per volta, la cintura divenne uno dei tratti distintivi dell’ordine degli Agostiniani e di quanti hanno regole di vita che traggono spunto da Sant’Agostino.