LOCALIA':- STRADA FONTANETO - MOSI - MOSETTI

DEDICATO:- MARIA IMMACOLATA

Lungo la vecchia strada che da Chieri tende a Santena, al bivio della strada che porta alle cascine Mosi, nel primo novecento è stato costruito questo pilone su terreno di proprietà Migliore. E' un'edicola a pianta quadrata con la copertura a capanna, recentemente è stato restaurato e intonacato. Nella nicchia con l'apertura ad archivolto, protetto da un'inferriata è stata posta la statua della Madonna

 

Inizialmente il pilone era una nicchia aperta, affrescata con le immagini della Madonna, del Sacro Cuore, di San Giuseppe e San Rocco. Sullo sfondo risalta il mantello dell'Addolorata, di blu intenso. Intorno agli anni 40 fu restaurato, per incarico dei proprietari, dall'impresa di Menzio Luigi che lo intonacò e applicò alla nicchia una grata di protezione. I dipinti, furono  sostituiti da statue, tuttavia sullo sfondo si osservano ancora due angioletti. Sulla sommità fu aggiunta una croce in metallo. All'interno, su uno sfondo blu, domina una bella e grande statua della Madonna, in atteggiamento di supplice preghiera, con le mani giunte e lo sguardo leggermente rivolto verso destra; ella é raffigurata con il vestito bianco ed il manto azzurro. Le statue del Sacro Cuore dei due Santi, che erano disposte ai sui piedi, sono state trafugate da ignoti ladri nel 1989. Attualmente  vi è una statuina più piccola  di  San Rocco e di San Giuseppe, che tiene in mano il   Bambin Gesù, che a sua volta regge una croce. Di notte l'interno è illuminato da una lampadina . L'addolorata  veniva invocata  per implorare il dono della pioggia in caso di siccità. Si ricorda un fatto straordinario avvenuto nel 1925. Un  agricoltore della frazione Ponticelli di Santena fu sorpreso nei campi  da una furiosa  grandinata, che distrusse tutto il raccolto. Semi soffocato dal vento