LOCALITÀ:- VIA VITTTORIO EMANUELE-PORTA TORINO

DEDICATO: MARIA IMMACOLATA

La devozione dei tempi passati, trovava la sua espressione nell'eseguire queste immagini sacre. Un affresco murale, si trovava dipinto sulla parete di una casa bassa dell'ottocento, in precario stato di conservazione. Casa e dipinto sono ora in

stato di abbandono, per l'usura del tempo e per l'incuria degli uomini: oggi tutto il complesso, in attesa di intervento, è spesso circondato da una impalcatura. Speriamo di poter aggiornare la pagina con la fotografia del dipinto restaurato.

Ma sentiamo cosa ci dice la prof.ssa Vaudano:

 Una tipica abitazione "povera" Settecentesca fa bella mostra di un affresco riproducente l'Assunta.

Lo stato di conservazione, nonostante la protezione della travatura in legno dello spiovente del tetto, è pessimo: una grossa crepa attraversa da cima a fondo il manufatto.

Ai lati sono ancora visibili impronte di exvoto a cuore; vistosi chiodi e ferri aggettanti rivelano l'antica presenza di lampade devozionali e forse di una seconda mensolatura sovrastante quella esistente a tendina sagomata in legno.

L' immagine appare illuminata dai toni caldi di uno sfondo che lascia solo intuire nuvole avvolgenti e una teoria di angioletti oranti; ha notevoli dimensioni ( superiori a quelle delle adiacenti finestre); presenta un panneggio rigonfio e ricchissimo, di impronta secentesca: sorregge nella mano destra uno spicchio di luna.

Nel secolo scorso, a maggio, costituiva una delle tappe obbligate della particolare devozione tipica del chierese, scandita da canti e invocazioni a Maria e segnata dai profumi forti e intensi di ceri e di rose.

Felice lente di lettura di una pietà popolare che ancora oggi, in quest' angolo di Piemonte, svela una sorprendente robusta sopravvivenza.

Così si presentava il complesso

Fotografia del complesso di una volta

Per tornare alla mappa

Per tornare all'elenco vie