Rita Menardi

orditrice - tessitrice

1. Cognome e nome : Menardi Rita.

2. Data e luogo di nascita: 29/8/1955.

3. Dove ha lavorato? Casalegno - tendaggi.

4. In quale tipo di fabbrica? Tessile.

5. Come dipendente o autonomo? Dipendente.

6. Per quanti anni ha lavorato? 16 anni. Dal 1970 al 1986.

7. Quanti anni aveva quando ha iniziato a lavorare? 15 anni.

8. In famiglia chi lavorava come Lei in tessitura? Le due sorelle.

9. Che lavoro (o quali lavori ) ha fatto nella sua vita? Commerciante.

10. Ha svolto altre mansioni nella sua vita? Se si, quali? No

11.Per quanto tempo?12 anni

12.Quali parole e frasi, piemontesi e non, usa per spiegare un'azione del suo lavoro o indicare uno strumento. SPOLATRICE : cioè preparare le spole per i telai ; BOBINATRICE :cioè preparare le rocche per l' orditura ; TESSITRICE : cioè riuscire a tenere 20 telai in azione possibilmete senza fare difetti . ANNODATRICE: cioè annodare un cavo . ORDITRICE: preparare un cavo per i telai.

13.Quante ore lavorava la settimana e al giorno? Alla settimana 48 h. Al giorno 8 h .

14.Era pericoloso o faticoso il lavoro che svolgeva? Era pericoloso per la velocita' (l' orditorio girava tra i 350 e i 400 giri al minuto).

15.In che cosa il suo lavoro era diverso da quello che attualmente fanno i suoi colleghi?Attualmente penso sia cambiato qualcosa ma non quanto il lavoro ma i sistemi, perchè ormai sono 12 anni che non lavoro piu' in tessitura.

16. Quali ricordi ha dell'ambiente di lavoro? L' ambiente di lavoro era molto sereno nonostante si lavorasse molto, c'era un bel rapporto fra compagne di lavoro anche con il datore di lavoro se c'era qualcosa che non andava se ne discuteva e si trovava sempre la via giusta. Le regole erano per tutte uguali; rispettare l' orario, fare in modo di aiutare quelli in difficolta', non lasciare il proprio posto di lavoro. Nei nostri diritti c'era il sindacato.

Le interviste
Home page Quarini